header sfondo giocatori_giu2020_2

In merito all’articolo apparso oggi (29 marzo 2020) nella sezione sportiva della Gazzetta di Parma,  recante il titolo “La Fulgor chiede la promozione a tavolino”, intendo precisare quanto segue:

Il titolo non rispecchia in alcun modo il mio pensiero e anzi lo travisa, come chiunque può facilmente constatare leggendo il virgolettato.

In questo momento il primo pensiero mio e di tutta la società è rivolto a quando potremo riprendere l’attività garantendo la salute e la sicurezza dei nostri atleti. Non tanto per l’aspetto agonistico, ma perché quella ripresa significherà che tutta la nostra comunità avrà superato questa terribile fase. Al momento abbiamo testa e cuore SOLO per questo. Chi ci attribuisce altri pensieri e desideri non conosce la storia della Fulgor Fidenza, il suo costante impegno sociale e lo spirito che anima me e tutte le persone che danno vita a questa società.

Come correttamente riportato nelle frasi virgolettate, è sicuramente intenzione della Fulgor Fidenza far ripartire il progetto che abbiamo avviato in questi anni, con l’ambizione di alzare sempre l’asticella dei nostri obiettivi. Ma questo NULLA ha a che vedere, al momento, con quello che succederà alla ripresa, che non sappiamo nemmeno quando avverrà e in quale modalità. Non ci stiamo pensando proprio!

Mi preme ribadire con forza che finché io ne sarò il presidente la Fulgor Fidenza non chiederà MAI promozioni a tavolino, perché i campionati li vogliamo vincere SUL CAMPO, con l’impegno e il talento dei nostri atleti e tecnici, e con il sostegno dei nostri tifosi.

Tutto questo per chiarire il mio pensiero e il mio sentire in questo momento così difficile, e perché non mi siano attribuite intenzioni che sviliscono l’impegno e la passione verso una storica società, che sono orgoglioso di rappresentare.

Andrea Orlandi
Presidente Pallacanestro Fulgor Fidenza

 

L’articolo uscito oggi (29 marzo 2020) sulla Gazzetta di Parma. Il titolo non è opera dell’autore Luca Bertozzi.