header-sfondo-giocatori_26-1-2020b

C Silver:  Argenta – Foppiani Fulgor Fidenza  96 – 75
Parziali:  22-19;  44-44;  78-56.

Argenta: Magnani 17, Zanirato 1, Alberti D. 6, Demartini 10, Bonora, Alberti A. 8, Federici, Quaiotto 19, Montaguti 11, Malagolini 10, Nicoletti, Martini 14. TL 11/15. All. Bacchilega.

Foppiani Fulgor Fidenza: Taddei, Gaudenzi 3, Paterlini, Brogio 6, Di Noia 6, Massari 13, Maggi, Montanari 5, Garofalo, Arbidans 2, Perego 28, Parmigiani 12. TL 11/19. All. Cavalieri.

Il rientro in campo, lungamente atteso, non ha sorriso a Davide CAVALIERI: “Abbiamo retto per un tempo la loro intensità e fisicità, poi non ci siamo più riusciti e non siamo stati capaci, nel momento più difficile, di sostenerci a vicenda per resistere. Abbiamo invece perso lucidità e compattezza e siamo stati puniti. Non siamo riusciti in difesa a tenere l’uno-contro-uno, e loro sono stati bravi a sfruttare le nostre rotazioni per creare situazioni di vantaggio.
Una sconfitta che arriva quando c’è ancora più di metà campionato da giocare e che può essere salutare se sapremo capire la lezione. Dobbiamo lavorare di più in allenamento, avere un atteggiamento più umile, aiutarci molto di più, fare squadra. E poi speriamo di uscire dall’emergenza, perché l’assenza di giocatori come Garofalo e Maggi prima o poi si fa sentire“.

Chi invece ha buone ragioni per sorridere è il coach di casa Michele BACCHILEGA: “Contro una squdra tecnicamente forte come Fidenza avevamo una sola arma da mettere in campo: l’intensità. Siamo stati bravi a riuscirci, nonostante i problemi fisici di alcuni di noi – Demartini out nel secondo tempo, Montaguti e Alberti A. che hanno giocato con infiltrazioni. Una bella partita con un risultato bugiardo nelle dimensioni, tra due squadre che in questo momento sono le migliori del campionato – forse migliori di qualche formazione di C Gold che ho visto quest’anno…  Ci godiamo il primato, anche se salire di categoria non è l’obiettivo che ci siamo dati a inizio stagione“.